martedì 23 luglio 2019

Scanzano dice no al 5g

Il sindaco di Scanzano Jonico, l’avv. Raffaello Carmelo Ripoli, ha fondato la propria decisione sulla base di alcuni studi sulla materia già esistenti, precisando che “fino a quando non ci saranno dati scientifici attendibili e certi (ed indipendenti da legami con l’industria che, ovviamente, per ragioni economiche ha tutto l’interesse a diffondere detto nuovo sistema) che escludano categoricamente conseguenze pericolose per la salute umana, in applicazione del “principio di precauzione” sancito dall’Unione Europea, il divieto del 5G permarrà sul territorio comunale”. Decisione controversa in quanto chiaramente le antenne esistenti in tecnologia 2g 3g e 4g permarranno esponendo chiaramente la popolazione agli stessi rischi con l'aggravante di tagliare fuori il comune dalla possibilità di utilizzare la nuova tecnologia.

Nessun commento:

Posta un commento

Coronavirus: In Basilicata un altro giorno senza contagi

Con un altro giorno senza nuovi contagiati - su 458 tamponi esaminati nelle ultime 24 ore - la Basilicata ha ripetuto una "mini strisci...